Articoli

mobile_marketing

Mobile marketing: 6 punti per una strategia efficace

Mobile marketing: perché e soprattutto come? E’ presto detto: perché i dispositivi mobili (cellulari, smartphone, tablet) sono lo strumento con il più alto grado di penetrazione tra la popolazione, inoltre sono il medium più personale che c’è, considerando il fatto che il 90% degli utenti non se ne separa mai e che dal 70% degli utenti è considerato indispensabile per la propria esistenza. Il 97% degli italiani ne possiede uno, per un totale di quasi 50 milioni di dispositivi, e il trend è in continua crescita in tutto il mondo: secondo i dati di Mediacells raccolti per il Guardian durante l’anno 2014 saranno venduti 1,03 miliardi di nuovi smartphone nei 47 Paesi presi in considerazione. 

Teniamo presente che è anche il medium più completo ed onnicomprensivo: in un unico strumento sono infatti compresi ed interagiscono tra loro telefono, navigazione web, email, social media, agenda, mappe stradali, musica, TV, radio, quotidiani, messaggeria, giochi. Risulta quindi abbastanza ovvio che un’efficace strategia di marketing e comunicazione non possa prescindere da questi dati, anzi debba basarsi su di essi per definire le linee di azione. Passiamo quindi al come, o meglio, vediamo come sfruttare appieno le caratteristiche dei dispositivi mobili per ottenere e aumentare i contatti e di conseguenza sviluppare business.

La regola dice che per fare lead generation basta creare un buon contenuto, originale, interessante e utile; questo va poi legato ad un form da compilare con i propri dati per poterne usufruire o scaricarlo; allo stesso tempo va fatta la promozione attraverso blog, piattaforme social media, email marketing e tutto ciò che si pensa possa essere utile a veicolare il messaggio. Le persone compilando il modulo con i propri dati ottengono il contenuto o accedono all’offerta collegata e automaticamente diventano un nuovo contatto e di conseguenza un potenziale cliente. Ma visto che la stragrande maggioranza degli utenti naviga e accede al web dal proprio smartphone o tablet ecco quali sono i 6 punti cui fare attenzione per essere efficaci in modo da ottenere contatti profilati e realmente interessati.

1)    Progressive profile form

Compilare i campi di un modulo può essere molto frustrante specialmente se fatto da un dispositivo mobile sia a causa dello spazio limitato ma anche delle eccessive informazioni richieste all’utente, correndo il rischio di perdere il potenziale contatto. Vi consigliamo invece di chiedere le informazioni un poco per volta, in modo progressivo, ed ogni volta legarle ad nuovo contenuto da scaricare o ad un approfondimento: in questo modo non si rischia di spaventare e di rubare troppo tempo a nessuno, mantenendo il navigatore attratto e curioso.

2)    Call to action semplice

Creare una call to action pensando che verrà visualizzata su dispositivi diversi e soprattutto mobili: design senza eccessi, testo chiaro e leggibile corredato da un’immagine. Il testo deve assolutamente essere breve, incisivo e orientato all’azione: il click deve essere ben visibile e non troppo piccolo in modo da facilitarne l’uso su uno schermo a volte anche molto piccolo.

3)    Fidelizzare il cliente

Offrire vantaggi diretti, sconti e promozioni fruibili e riscattabili direttamente usando uno smartphone è un altro dei modi per attrarre e fidelizzare un contatto. Un esempio è offerto da quelle aziende che in seguito ad un like sulla pagina Facebook aziendale offrono condizioni vantaggiose, sconti o gadget in regalo.  

4)    Contenuti ottimizzati 

Solitamente quando si accede al web da uno smartphone il tempo a disposizione è limitato e lo spazio su cui leggere non è molto: fate in modo che l’attenzione di chi legge sia catturata fin dall’inizio, che il contenuto sia chiaro e soprattutto facile da leggere e conciso. Corredate il testo da grassetti, titoli e paragrafi con i pulsanti di condivisione chiari e ben visibili. Un’altra cosa importante è testare diversi tipi di contenuto per vedere cosa funziona in modo ottimale sul cellulare e cosa preferiscono gli utenti: in questo modo sarà possibile profilare sempre meglio i contatti e creare contenuti ad hoc.

5)   Numero di telefono cliccabile

Pensate ad una persona che si collega al web tramite smartphone e sta cercando la vostra azienda con l’aiuto di google o tramite un’app: una tecnica per far in modo che all’utente sia facilitato il compito di contattarvi è rendere cliccabile il numero di telefono che appare sullo schermo di modo che non si debba copiare, salvare o memorizzare ma semplicemente fare click per chiamarvi. Ricordiamo sempre che minore è il numero di clic necessari per completare un'azione, più è probabile che qualcuno arrivi fino in fondo anziché abbandonare il sito.

6)   Campagna di testo via sms

La cosa più semplice da fare e fruibile da tutti i cellulari è una campagna tramite sms. E’ vero che i marketers sono più abituati ad usare canali come le email  o le applicazioni ma le campagne di testo via sms hanno ancora un grande spazio da sfruttare. Pensate all’immediatezza di un messaggio che arriva sul vostro telefono e vi avverte della possibilità di ricevere uno sconto o un gadget, oppure partecipare ad un evento o iscriversi ad un concorso. Con questo metodo si possono anche fidelizzare i clienti dopo che hanno acquistato o anche inviare loro informazioni d’interesse.

[socialbox title=”Se vuoi saperne di piu o hai bisogno di un supporto scrivici!” url=”mailto:info@wiff.it” icon=”http://www.wiff.it/wp-content/themes/proxim/images/contact/01.png” colore=”#A66A00″]