Posizionamento efficace: consigli su contenuti e keywords

posizionamento_efficace

Il posizionamento efficace del vostro sito richiede che esso venga costruito con particolari accorgimenti tecnici. Oggi il sito lo hanno quasi la totalità delle aziende e a questo punto diventa indispensabile cercare di distinguersi per essere visibili: teniamo presente che la visibilità è tutto su internet. Quindi, dopo aver costruito il sito è necessario fare un passo in più, e questo passo in più è proprio la costruzione della visibilità cioè renderlo appetibile per i motori di ricerca.

I pilastri fondamentali per arrivare a buoni risultati di posizionamento, e avere quindi buone chance nei confronti della concorrenza, sono certamente i contenuti del sito e le keywords scelte per svilupparli.

Un indice molto importante è rappresentato dal fatto che sono in costante aumento – da parte delle aziende – le richieste di collaboratori che scrivano contenuti: oggi il trend è puntato proprio al contenuto di qualità che risulta essere la vera colonna portante per il successo dei siti web e nella comunicazione sui social media. Contenuti unici, originali e soprattutto interessanti rappresentano la chiave di volta per aprire le porte alla condivisione, al passaparola e al marketing virale. Inoltre se entrano in campo algoritmi che misurano la permanenza dei visitatori su una determinata pagina o statistiche fornite da toolbar piuttosto che servizi di analisi statistica (analitycs), il contenuto sarà il primo e unico fattore da tenere in considerazione, e a questo punto scrivere testi unici e interessanti sarà uno dei pochi modi per il prossimo futuro di avere un sito di successo.

Per sviluppare buoni contenuti e sfruttarli al meglio al fine di dare visibilità al sito web occorrono:

·         Abilità di scrittura

bisogna cercare di essere interessanti, ironici e anche un pochino furbi. Chi legge desidera solitamente avere un ritorno sia conoscitivo che culturale, e di questo bisogna tenerne conto a partire dal titolo.

·         Capacità di ricerca on-line

anche quando non si conosce a fondo il tema trattato una ricerca accurata vi sarà di supporto

·         Saper sfruttare strategicamente i social media

i buoni contenuti vanno supportati con un’azione di PR online individuando gruppi e community su Linkedin, Facebook e Google +,  creando un network di amicizie autorevoli e ben disposte a darsi una mano reciprocamente. Ogni piattaforma sociale va poi sfruttata al meglio seguendo le caratteristiche più congeniali alla viralizzazione del contenuto (es. gli hashtag per Twitter e da poco anche per Facebook, le foto per Instagram e Facebook e via di questo passo).

·         Essere un bravo blogger

saper utilizzare una piattaforma WordPress ed essere capace di associare immagini pertinenti ai testi. Inoltre è fondamentale valutare la notiziabilità di un argomento e soprattutto scegliere il titolo giusto che catturi l’attenzione del visitatore e lo invogli a leggere il resto.

Una particolare attenzione va infine rivolta al fatto che tutti i testi vanno regolarmente aggiornati.

Di pari passo con i contenuti sono altrettanto importanti le keywords, da selezionare con criteri ben precisi: infatti è fondamentale scegliere le parole chiave più adeguate al vostro sito e allo stesso tempo con la minore competizione, cioè quelle che permettono ai motori di ricerca di rintracciare meglio il contenuto delle vostre pagine rispetto alla concorrenza. La scelta delle parole chiave rappresenta senza dubbio la parte più importante e al contempo la più difficile: la teoria della “Coda Lunga” ci spiega come sia più proficuo scegliere parole più inusuali e articolate, magari cercate da pochi utenti ma su cui la concorrenza nelle serp è meno agguerrita, piuttosto che altre più comuni e gettonate. I fattori da prendere in considerazione nella scelta sono sicuramente:

·         la rilevanza: vale a dire quanto è importante quella determinata parola all’interno del contesto del sito

·         la concorrenza: cioè quante pagine su Google sono già posizionate con questa parola e quindi da superare per risultare visibili

·         il volume di ricerca: il numero di ricerche stimate al mese

Un valido aiuto nella ricerca delle keywords è rappresentato da un tool di Google chiamato Adwords: cliccando sul tasto “trova idee per le parole chiave” otterremo una lista di parole chiave con il relativo volume di ricerca. Il passo successivo è poi quello di verificare per ogni keyword il numero di pagine concorrenti e stabilire la rilevanza di ognuna.

Una volta selezionate le parole chiave più adatte e redatti i testi in base ad esse, bisogna posizionarle in modo tale che i motori di ricerca possano trovarle: normalmente nella parte più alta del codice HTML. Consigliamo vivamente di evitare l'uso ripetuto e innaturale delle stesse parole in una pagina, Google infatti è un acerrimo nemico del cosiddetto "keyword stuffing".

Il posizionamento nei motori di ricerca è sicuramente la base da cui partire per una buona campagna di web marketing perchè sarà in grado di veicolare contatti preziosi per la vostra attività. Se si tratta di un sito completamente nuovo il periodo che può passare perchè sia competitivo nei motori può variare da un paio di settimane a qualche mese, per essere indicizzato solitamente basta qualche giorno. Se invece il sito è già esistente e parliamo solo di un restyling, allora il tempo si può ridurre in modo considerevole.

Per una consulenza sulla ricerca delle parole chiave più adatte al tuo sito o per fare domande di approfondimento

[button href=”mailto:info@wiff.it”]contattaci per maggiori informazioni[/button]

 
Giorgia Calcagni
Laurea in comunicazione d’impresa con 15 anni di esperienza nella comunicazione above e below the line. Ha lavorato tra gli altri per Sipra, Richard Ginori e Regione Marche
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 + 2 =