Facebook Hashtag: novità per aziende e marketing

facebook hashtag

Sono arrivati i facebook hashtag: è possibile anche su Facebook categorizzare i post utilizzando un Hashtag, il simbolo più comunemente chiamato “cancelletto” (#) che ha decretato il successo di Twitter.

Già da marzo circolava la notizia ma ora è già routine: la sociètà di Menlo Park spiega che questo è solo il primo passo per portare in primo piano le conversazioni e fare in modo che emergano le discussioni più interessanti circa determinati argomenti, eventi o personaggi. Per farlo basterà digitare una parola preceduta dal simbolo del cancelletto e il gioco è fatto. Sarà possibile quindi – come accade già su Twitter, Instagram e altri importanti social network – categorizzare i propri post utilizzando delle, chiamiamole così, “etichette di riconoscimento”.

L’hashtag potrà essere inserito in qualunque parte del messaggio, sia all’interno che in fondo. Finora non esisteva come funzionalità propria di Facebook anche se molti utenti già li utilizzavano, in ogni caso sarà la chiave di volta per cui ora anche Facebook sarà ancora più adatto alla diffusione di notizie e pubblicità. In questo modo infatti gli utenti potranno risalire all’argomento delle discussioni, ma soprattutto sarà facilitata ogni tipo di ricerca. Infatti, oltre ad inserirli nei propri messaggi, è possibile anche usarli per visualizzare tutti i post legati ad un particolare argomento in modo da avere subito a disposizione lo streaming delle discussioni e dei post relativi.

In generale tutto questo porterà ad aumentare il tempo di vita dei contenuti: finora al massimo di qualche ora per quelli di successo e qualche minuto per tutti gli altri. Il vero cambiamento però sarà nei confronti delle aziende e dei loro brand: anzitutto potrà essere interessante capire cosa pensano gli utenti circa un determinato prodotto o servizio ma soprattutto monitorare gli scambi e anche interagire all’interno di conversazioni che li riguardano. Naturalmente privacy premettendo! Bisogna infatti fare attenzione ad un particolare, che rappresenta la più grande differenza rispetto a Twitter: sul social network dei cinguettii infatti, selezionando un hashtag è possibile visualizzare tutti i messaggi contenenti quest’ultimo indipendentemente da chi li ha scritti: su Facebook è possibile invece vedere solo i post della propria cerchia di amici o di chi ha impostato il livello di privacy su “pubblico”.

Un'ultima considerazione su questa importante novità potremmo farla circa la visualizzazione, ed ecco un’altra differenza importante nei confronti del collega Twitter: l’ordine cronologico dei post che appaiono non è cronologico puro, ma prima si vedono le fonti che si hanno tra i contatti e poi a scalare ogni fonte pubblica con cui non si hanno contatti diretti, ma che grazie al numero di like, commenti e condivisioni sono reputate meglio da EdgeRank.

Di fatto l’introduzione del cancelletto amplierà di molto la portata del social network di Zucherberg che ora ha a disposizione degli strumenti di marketing virale senza precedenti che rappresentano una risorsa potenzialmente illimitata.

Se vuoi approfondire l’argomento e saperne di più 

[button href=”mailto:info@wiff.it”]contattaci per maggiori informazioni[/button]

 

 
Giorgia Calcagni
Laurea in comunicazione d’impresa con 15 anni di esperienza nella comunicazione above e below the line. Ha lavorato tra gli altri per Sipra, Richard Ginori e Regione Marche
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 17 =