digital_marketing_2015

Digital marketing 2015: 5 trends e sviluppi

 

Il Digital Marketing 2015 rappresenta il risultato di un’evoluzione in corso ormai da diversi anni: le trasformazioni sempre più importanti stanno portando radicali cambiamenti nella percezione della cosiddetta “brand experience” on line.

Lo scenario di riferimento attuale vede infatti il Digital Marketing prendere direzioni sempre più precise: vediamo quali sono i 6 punti sui quali è il caso di riflettere…. in questo primo mese dell’anno.

1. Mobile optimization

L'importanza dei dispositivi mobili crescerà sempre più: le persone usano il web mobile tutto il giorno e in diversi contesti, durante l’arco della giornata. Gli annunci ottimizzati per cellulari  sono sempre più richiesti e sono destinati a crescere ancora di più: la navigazione è propedeutica ad una chiamata la quale è seguita dalla ricerca di una conferma on line. Ogni strategia di marketing deve tenere conto di questo aspetto se vuole rispondere immediatamente alle richieste e ai comportamenti dei consumatori.

2. Multicanalità

Le esperienze degli utenti possono iniziare leggendo una newsletter dal pc per poi proseguire navigando un sito da uno smartphone, in un secondo momento si richiedono dettagli circa un determinato prodotto che poi viene acquistato on line da un tablet.

Questo ci fa capire come sia necessario progettare esperienze on line fluide, che partano sempre dal presupposto che gli utenti cominciano un’azione su un dispositivo e la possano terminare con l’ausilio di un altro: è come se si trattasse di un unico “atto comunicativo” spezzettato in tanti canali, diversi momenti e con tanti motivi differenti a seconda della fase in cui l’utente si trova. L’obiettivo è fornire una unica “user experience" che mantenga sempre alto l’interesse del consumatore anche attraverso molteplici canali.

3. Content Marketing

Nulla di nuovo, solo riconferme: come abbiamo più volte ripetuto negli ultimi anni i contenuti di qualità sono una “conditio sine qua non” per poter sviluppare azioni di marketing digitale che possano avere successo. Scrivere e pubblicare contenuti utili e originali è un requisito minimo per i motori di ricerca, ma anche per i Social Media (per i quali, però, valgono anche altri aspetti) e sicuramente per gli utenti.

4. Video marketing

Da qualche tempo anche Facebook sta puntando forte sui video: fate una prova, pubblicate un link di YouTube su Facebook e molto probabilmente avrà una scarsa visibilità; se invece caricate il video direttamente su Facebook, la visibilità del post schizzerà in alto con una portata mediamente superiore di 20 volte. Se a questo associamo una sempre maggiore disponibilità di banda larga per ogni tipo di dispositivo mobile, è chiaro come anche le modalità creative e di interazione con i video saranno sempre maggiori: video esperienziali (con sviluppo di storie da poter scegliere), video in 3D, video collegati alla possibilità di acquistare gli oggetti presentati e molto altro. 

Per saperne di più su Video Marketing, clicca qui

5. Wearable Tech

Una novità sarà proprio data da applicazioni tecnologiche che andranno sempre più ad unire le esperienze on line con quelle off line, come quelle chiamate di micro-locazione. In particolare iBeacon di Apple sta rivoluzionando completamente la scena introducendosi in ambienti commerciali. Praticamente grazie alla tecnologia Bluetooth /quindi inclusa all’interno di ogni smartphone) si potrà comunicare tra dispositivi e ricevitori a corto raggio (gli iBeacons) che ci garantiranno nuove opportunità commerciali e anche la possibilità di effettuare pagamenti in sicurezza.

Si sta delinando a tutti gli effetti un nuovo ambiente e il marketing si sta adeguando perché l’obiettivo primario rimane quello di restare sempre meglio in contatto con le esigenze dei consumatori e interagire con loro.

[socialbox title=”Per approfondire o se hai bisogno di un supporto scrivici!” url=”mailto:info@wiff.it” icon=”http://www.wiff.it/wp-content/themes/proxim/images/contact/01.png” colore=”#A66A00″]

 
Giorgia Calcagni
Laurea in comunicazione d’impresa con 15 anni di esperienza nella comunicazione above e below the line. Ha lavorato tra gli altri per Sipra, Richard Ginori e Regione Marche
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + 15 =