Conversion rate: che cos’è e alcuni consigli per incrementarla

conversion rate

Conversion rate rappresenta la percentuale di persone-utenti-visitatori di un sito web che effettua l’operazione desiderata rispetto al totale dell’utenza. L’operazione che il visitatore è chiamato a compiere solitamente consiste nel concludere un acquisto, effettuare un'iscrizione alla newsletter o al blog, compilare un form con i propri dati. In ogni caso sono quegli utenti che hanno aderito alla call-to-action del sito web e hanno compiuto azioni che in genere sono misurabili e quantificabili.

Spesso capita di avere migliaia di visitatori ma pochi diventano clienti effettivi o utenti fidelizzati. Come fare allora per aumentare proprio quello che occorre, cioè la conversion rate ? (o tasso di conversione se preferite)

Alcuni consigli utili:

·         Fiducia dei visitatori

Comunica tutte le informazioni necessarie per tranquillizzare l’utente su chi sei, cosa fai, dove sei reperibile (pubblica l’indirizzo e il numero di telefono). Fai in modo che sia possibile ricevere assistenza al telefono, pubblica la tua politica di rispetto della Privacy e la sicurezza dei sistemi di pagamento. Inoltre è fondamentale offrire contenuti utili e pubblicare testimonianze di clienti soddisfatti: tutto ciò incrementerà la tua credibilità e la qualità dei tuoi prodotti/servizi.

·         Obiettivo di conversione

Crea delle “landing pages”, ossia pagine dedicate alla vendita di determinati prodotti, e collegate ad una call to action specifica. Landing page diverse per obiettivi diversi: è provato che le pagine con un solo forte messaggio convertono meglio di pagine che invitano a realizzare più cose. Evita inoltre call to action generiche ma personalizzale in base al prodotto / servizio offerto.

·         Importanza del messaggio

Chiaro, preciso, ma soprattutto incisivo e adeguato al pubblico di riferimento (target). Anche una singola parola può avere (o meno) un forte impatto: ad esempio “iscriviti adesso” magari seguito da un punto esclamativo, può aumentare di molto il tasso di conversione e portare l’utente a compiere quello che hai pianificato.  I colori inoltre hanno un grande significato (anche perché colori diversi significano cose diverse) oltre ad avere un forte impatto visivo: ad esempio, modificare il colore di un bottone da verde a rosso, o viceversa, può migliorare di molto il tasso di conversione di una pagina

·         Lunghezza del testo

Alcuni utenti possono prediligere testi brevi e incisivi che non permettono divagazioni o distrazioni, altri potrebbero preferire lunghe pagine di approfondimento e chiarificatrici: l’importante è capire cosa funziona di più col tuo pubblico anche in relazione al tipo di prodotto/servizio che offri

·         Foto / video

In alcuni casi è meglio preferire delle belle immagini o un video ad un lungo testo che non sarebbe al pari convincente: nella scelta pensa sempre al tipo di visitatori che hai e cosa vuoi che facciano

·         Titoli

Il titolo assegnato ad ogni pagina e/o contenuto è di fondamentale importanza: nell’80% dei casi da esso dipende se un visitatore sceglierà o meno di continuare a leggere il contenuto della pagina. Se il tuo titolo fallisce, ogni ulteriore sforzo all’interno dei contenuti delle pagine sarà vano, quindi considerala la parte più importante dell’inizio del processo di vendita.

·         Attenzione alle richieste

Non chiedere troppe informazioni spesso non necessarie: ad esempio per l’iscrizione alla Newsletter, gli unici dati di cui hai bisogno sono il nome dell’utente, il suo indirizzo email ed un check sull’informativa per il trattamento dei suoi dati. Tutte le altre informazioni su come ti ha conosciuto, come valuta il tuo sito e così via, sono domande che all’atto dell’iscrizione sono irrilevanti per l’utente e potrebbero allontanarlo dal compiere la call-to-action desiderata.

·         Chiarezza

Non far pensare troppo e non lasciare troppi campi a risposta libera: disorientano l’utente e lo distraggono dall’azione specifica che vuoi che compia. Piuttosto guidalo con pochi passi chiari e semplici e offri assistenza in ogni fase: assicurati di avere operatori che rispondono tempestivamente e che siano formati per fornire tutte le informazioni necessarie.

·         Analisi del traffico

Utilizza Google Analytics per studiare il traffico dei mesi precedenti ed identificare le pagine ed i contenuti di maggior successo: in questo modo capirai anche come i visitatori sono arrivati sul tuo sito e attraverso quali parole chiave, quali sono i contenuti/prodotti più visitati e apprezzati, quali pagine sono state più consultate. Ti servirà per migliorarti ogni volta

·         Riduci la Bounce Rate

La Bounce rate é la percentuale di visitatori che “lasciano” il sito dopo aver visitato una sola e singola pagina: ad esempio se hanno abbandonato una Landing Page, significa che non hanno effettuato la Call-To-Action. Evita al massimo le distrazioni all’interno delle pagine e migliora l’immediatezza della navigazione.

·         Caricamento veloce delle pagine

Fai in modo che l’utente non debba aspettare troppo per accedere ad un contenuto perché è una delle ragioni per cui spesso si abbandona un sito. L’immediatezza di caricamento delle pagine è necessaria per una navigazione fluida: puoi usare Firebug per analizzare i tempi di caricamento delle pagine del tuo sito, puoi anche provare a ridurre la dimensione delle immagini o scegliere un provider diverso.

·         Creatività

Prova diverse strategie, osa e sperimenta cambiamenti anche drastici: ogni volta potrai selezionare ciò che funziona meglio, che risponde meglio alle richieste del tuo pubblico e soprattutto porta i risultati desiderati.

Se desideri un aiuto per mettere in pratica questi consigli o per trovare gli strumenti più adatti a raggiungere i tuoi obiettivi

[button href=”mailto:info@wiff.it”]contattaci per maggiori informazioni[/button]

 
Giorgia Calcagni
Laurea in comunicazione d’impresa con 15 anni di esperienza nella comunicazione above e below the line. Ha lavorato tra gli altri per Sipra, Richard Ginori e Regione Marche
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + diciotto =