ibeacon

IBEACON: microgeolocalizzazione e rivincita dei dispositivi mobili

Gli Ibeacon rappresentano la nuova tecnologia di microgeolocalizzazione, uno standard applicabile in diversi campi: dal cosiddetto “proximity marketing” alla domotica fino ad arrivare alla fruizione di spazi culturali. E’ una tecnologia basata su Bluetooth a basso consumo di energia (BLE Bluetooth Low Energy): ciò vuol dire che basterà avere la giusta App installata sul proprio device per entrare in contatto con piccoli dispositivi cosidetti “beacon” che possono essere collocati ad esempio all’interno di un negozio, di un museo o di un appartamento.

La novità sta nel fatto che toccando lo smartphone o il tablet saremo in grado di ricevere una serie di informazioni dettagliate come sconti, promozioni in corso, offerte di benvenuto. Ma non solo: il nostro comportamento all’interno del locale sarà in questo modo “tracciato” così da dare al proprietario informazioni precise su cosa ci attira maggiormente, cosa prendiamo in mano, cosa acquistiamo e così via. Naturalmente non finisce qui perché tramite gli I Beacon sarà possibile anche effettuare transazioni di denaro: in cassa infatti potremmo trovare una antenna dedicata che, nel momento del pagamento, consentirà la transazione sicura sempre mediante l’applicazione sviluppata dall’esercizio commerciale e senza utilizzare banconote.

Gli IBeacon la faranno da padroni anche all’interno di musei e spazi culturali: potranno infatti essere integrati all’interno di piattaforme, quindi adottati da enti di tipo diverso e configurati a seconda delle esigenze. Il visitatore di un museo, ma anche di una fiera o spazio commerciale, sarà accompagnato nei suoi spostamenti fornendogli informazioni dettagliate – in questo caso si tratterà di descrizioni testuali, contenuti audio, video e multimediali in genere – oltre che personalizzate. Di rimando il sistema riconoscerà l’utente registrato e profilato, quindi potrà inviare contenuti e promozioni in base alle sue preferenze. Prepariamoci allora a questo cambiamento nell’utilizzo dei dispositivi mobili che da strumenti costosi da possedere o da utilizzare nel tempo libero stanno diventando sempre più dei veri compagni di vita: inoltre all’interno di spazi pubblici sarà legittimata la loro presenza, piuttosto che essere percepiti come una distrazione da essi.

Per saperne di più sugli altri nuovi digital trends leggi qui